In partenza per Malta dal Porto di Pozzallo, un ‘corriere’ di nazionalità polacca stava per imbarcarsi sul catamarano con otto chili di droga. E’ stato fermato e arrestato dai finanzieri del Comando provinciale di Ragusa che hanno intensificato i controlli durante il periodo delle festività del 25 aprile e del primo maggio.

I militari, con la collaborazione degli uomini dell’Agenzia delle Dogane, hanno individuato tra i passeggeri in fila per imbarcarsi sul catamarano diretto a Malta, l’uomo che, alla vista dei militari, ha cominciato a dare evidenti segnali di nervosismo e ha cercato di allontanarsi dall’area d’imbarco.

Il successivo controllo, prima sui bagagli e poi sulla persona, ha permesso di trovare gli otto chili di marijuana, accuratamente confezionata sotto vuoto, nel chiaro intento di sfuggire al fiuto dei cani antidroga. Sulle varie confezioni erano riportate quantità e tipologia qualitativa della sostanza stupefacente trasportata, con l’obiettivo di soddisfare l’allettante mercato della droga maltese.

La sostanza stupefacente è stata inviata al laboratorio di analisi dell’Asp di Ragusa per stabilire la valenza del principio attivo per quantificare i presumibili ricavi che avrebbe potuto fruttare l’attività di spaccio nell’isola dei Cavalieri, ma comunque non inferiore ai 50.000 euro.

Qualche giorno fa, sempre al porto di Pozzallo, era stato fermato e denunciato un italiano, che si stava imbarcando sul catamarano per Malta, trasportando con sé circa 20 gr di marijuana.