Tre extracomunitari, tra cui un minorenne, sono stati fermati dalla polizia di Stato a Ragusa
perché ritenuti gli scafisti dei 320 migranti, tra cui donne incinta e minorenni, soccorsi mercoledì scorso mentre erano a bordo di barchini in legno e gommoni al largo delle coste
libiche e fatti sbarcare il giorno successivo a Pozzallo dalla
nave “Phoenix”.

I due maggiorenni fermati sono Braham Hiam, senegalese di 40 anni, e Inya Onochie, nigeriano, di 33. Gli
scafisti sono stati riconosciuti dai migranti passeggeri come coloro che hanno condotto le imbarcazioni. Sono in corso approfondimenti per identificare altri scafisti.
Secondo le testimonianze le imbarcazioni sono partite in momenti diversi e da spiagge diverse, segno della presenza di più organizzazioni criminali sulle coste libiche. I fermati sono
stati rinchiusi nel carcere di Ragusa.