“Non vi è alcuna emergenza rifiuti. Lo smaltimento è sotto controllo”. Lo affermano in una nota congiunta il presidente della Regione, Rosario Crocetta e l’assessore all’Ambiente, Vania Contrafatto in merito al caso della discarica Cava dei Modicani, in provincia di Ragusa, chiusa (e poi riaperta) in seguito ad un’ordinanza urgente ed indifferibile per motivi igienico-sanitari.

Nella nota viene specificato che “è stata firmata ieri dal presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, l’ordinanza ex art.191, con cui si dispone che la discarica di Cava dei Modicani riceverà i rifiuti di Ragusa e di alcuni altri comuni limitrofi fino a 150 tonnellate al giorno”.

Da Palazzo d’Orleans fanno sapere inoltre che “presso Cava dei Modicani sarà effettuata la fase di pretrattamento con l’impianto meccanico biologico. La frazione secca dei rifiuti andrà invece presso la discarica di Oikos a Misterbianco. Quella umida, dopo il trattamento di biostabilizzazione di almeno 40 giorni, andrà presso l’impianto di Lentini di Sicula trasporti”.

Stamani, invece, si era appreso però che a causa della chiusura i rifiuti del Comune capoluogo ieri notte sono rimasti nei cassonetti senza essere ‘stoccati’.